18
Feb

Controlli gratuiti al cuore per 94 persone nell'ambito di "Cardiologie Aperte"

L'unità operativa di Cardiologia dell'Asst Lariana ha messo a disposizione della popolazione i suoi specialisti e i suoi infermieri all'ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia l'11 febbraio e all'ospedale Sant'Antonio Abate di Cantù il 12 febbraio (a San Fermo:Carlo Campana, primario del reparto, con i colleghi Roberto Bonatti e Giovanni Marinosci; a Cantù: Franco Tettamanti e Marco Sali)

 

Controlli gratuiti al cuore per 94 persone nell'ambito di "Cardiologie Aperte". In occasione dell'iniziativa promossa dall’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri (Anmco) e dalla Fondazione “per il tuo Cuore” – Hcf onlus, l'unità operativa di Cardiologia dell'Asst Lariana ha messo a disposizione della popolazione i suoi specialisti e i suoi infermieri all'ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia l'11 febbraio e all'ospedale Sant'Antonio Abate di Cantù il 12 febbraio.

Nel presidio di San Fermo sono stati 26 i cittadini che si sono rivolti ai cardiologi Carlo Campana, primario del reparto, con i colleghi Roberto Bonatti e Giovanni Marinosci per prevenire le patologie cardiovascolari o fare il punto rispetto a problematiche già accertate. La fascia d'età era ricompresa tra i 65 e gli 82 anni - in maggioranza erano donne - con l'eccezione di una persona al di sotto dei 20 anni e di due persone con meno di 40 anni.
Il riscontro è stato significativo: a un paziente è stata riscontrata una patologia importante, per un altro è stata rivista la terapia, mentre altre 10, che non si sottoponevano a controlli da tempo, torneranno a breve per ulteriori accertamenti.

All'ospedale di Cantù gli accessi sono stati complessivamente 68 accessi, 50 le donne interessate a saperne di più del loro stato di salute. Gli specialisti Franco Tettamanti e Marco Sali hanno riscontrato alcuni casi di ipertensione non conosciuta e di fibrillazione, alcuni problemi del sonno in pazienti obesi o ex obesi, mentre ad alcune persone sono stati raccomandati ulteriori esami (ecg da sforzo, monitoraggio pressorio tramite holter, ecc).